lunedì, 20 settembre 2021
Calcio

TACA LA MARCA: INTERVISTA A GAETANO D’AGOSTINO

In esclusiva sul canale Instagram di Taca La Marca è intervenuto Gaetano D’Agostino, tecnico ed ex calciatore tra le tante di Roma e Messina, il quale ai nostri microfoni si è soffermato su tanti temi, ecco quanto emerso:

Playoff

“L’Albinoleffe sta dimostrando di essere una buonissima squadra, per compattezza ed agonismo vedo bene il Catanzaro, per qualità della rosa invece Alessandria e Padova, ed infine reputo la mina vagante del torneo il Südtirol che si è scrollato di dosso la paura dopo il passaggio del turno con la Pro Vercelli.”

Futuro

“Ho le idee chiare e conosco i miei obiettivi, dopo 4 anni in C e più di 150 presenze da tecnico, quest’anno aspetto il progetto giusto che mi permetta di lottare per la vittoria del campionato.”

Percorso Lecco

“Credo che il mio percorso a Lecco sia stato positivo, ho preso una squadra in difficoltà e la scorsa stagione abbiamo raggiunto la salvezza. Con un budget leggermente superiore in questo campionato abbiamo ottenuto la qualificazione ai playoff con grande anticipo, peccato per le ultime partite dove tra infortuni e Covid mi sono ritrovato senza 8 elementi.”

Sorprese in A

“È stata una sorpresa il divorzio di Conte dall’Inter, nonostante l’aria che tirava non era propriamente delle più tranquille. Credo da lì si sia creato un effetto domino visto che anche lo stesso Inzaghi sembrava che doveva rimanere alla Lazio.”

I campioni

“Sinceramente Totti è stato un grandissimo, basti pensare al record di presenze con la maglia giallorossa, ma un gradino leggermente inferiore cito Totò Di Natale un giocatore davvero superlativo.”

Un particolare derby

“C’è stato un derby che non dimenticherò mai, visto che avrebbe potuto cambiarmi la carriera ed in particolare modo prolungare il mio legame con la Roma.
Fu la partita dove Totti segnò su una mia iniziativa e poi andò vicino alla telecamera, la partita finì 1-1, ma ebbi una ghiotta opportunità ma schiacciai troppo la palla di testa e Peruzzi sulla linea riuscì a bloccarla.”

Una rete

“Ti cito una rete siglata in Lazio-Udinese 1-3 su punizione, è stato davvero un gran bel gol.”

Talenti del Girone A

“Quest’anno in C ho apprezzato in particolare modo un mio calciatore, Iocolano, autore di 10 assist ed un 11 reti, inoltre tra i giovani mi hanno piacevolmente sorpreso Kolaj della Pro Patria, Canestrelli dell’Albinoleffe ed infine Emmanuello della Pro Vercelli.”

Spalletti

“Spalletti a Napoli può fare bene, è fermo come Allegri da un po’, non è più giovanissimo, ma è molto preparato e sarà super motivato, rappresenta la scelta giusta.
La sua esperienza e la sua idea di calcio possono rivelarsi determinanti per riportare il Napoli in Champions League.
Dispiace, invece per Gattuso, che ha risentito tanto delle defezioni, ma una volta avuta a disposizione l’intera rosa ha offerto il miglior calcio insieme ad Atalanta e Sassuolo.”

L’arrivo a Roma di Mourinho

“C’è stata per certi versi una mancanza di rispetto nei confronti di Fonseca, visto che l’annuncio di Mourinho è arrivato a stagione in corso, dopo la débâcle di Manchester e prima della gara di ritorno.
Dall’altro canto la Roma si è mossa in anticipo, dando un segnale a tutti.
Mourinho è un personaggio carismatico, che ama le sfide come è successo al Porto e all’Inter.
Sicuramente imporrà la giusta disciplina, cercando la totale sintonia con tutto l’ambiente giallorosso.
Il paragone con Capello ci può stare.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *