martedì, 4 agosto 2020
Sport 360° Volley

Volley Team Monterotondo è SERIE B. Storia di un successo eretino.

Dici Volley Team Monterotondo, dici VITTORIA!
Dall’agosto 2014 ad oggi una cavalcata impressionante scandita da vittorie su vittorie. Dalla II Divisione fino alla Serie B in questa stagione. Una realtà al top con pochi eguali nel Lazio e  in tutta Italia. Una società solida con oltre 250 tesserati, che in questa stagione ha coronato il sogno di vincere il campionato.
Dopo tre anni di impegno, sacrifici e sforzi sia in campo che fuori, la società del patron Giancarlo Alberto Bianchini, coadiuvato dal Direttore Generale Mauro Ebano e dal Mister Savino Guglielmi può finalmente brindare al grande traguardo.
Abbiamo intervistato due protagonisti di questa stagione. Il Direttore Generale, l’architetto di questo grande successo, e il centrale della squadra Manuele Martinoia.

Parola al Direttore Generale Mauro Ebano

Partiamo da una notizia che rende orgogliosa tutta la cittadinanza monterondese. La Volley Team Monterotondo è in Serie B. Come avete appreso la notizia e quali sono state le vostre emozioni?

L’abbiamo appreso dalla Federazione, che ha stilato una classifica avulsa unica tra i due gironi della Serie C congelandola al momento in cui il campionato è stato interrotto causa Covid-19. Eravamo in testa al girone B e siamo risultati al primo posto anche in questa classifica generale. Sicuramente avremmo preferito conquistare questo traguardo sul campo, superando i nostri avversari e festeggiandolo con i nostri tifosi che da anni riempiono le tribune del palazzetto. Eppure lo meritiamo, per il grande sforzo profuso e per la qualità di pallavolo espressa. Quando abbiamo appreso la notizia ci siamo guardati negli occhi e abbiamo capito di essere pronti per il grande salto nei campionati nazionali. Siamo emozionati e abbiamo tanta voglia di vincere ancora. Lo meritano i ragazzi, lo staff tecnico, i dirigenti e questa città.

Mauro Ebano – Direttore Generale Volley Team Monterotondo

Che campionato è stato prima dello stop imposto per l’emergenza Covid-19? Può fornirci qualche numero e dato?

Monterotondo ha vinto 12 partite e ne ha persa 1, tra l’altro al tie break. Siamo la squadra che ha vinto più set (38) e quella che ne ha persi meno (11). La squadra allenata da Savino Guglielmi era in un ottimo momento di forma e si trovava a +2 dalla seconda classificata, che avremmo affrontato in casa nel girone di ritorno. Stavamo lanciando in prima squadra tanti giovani, con diversi classe 2002 e qualche 2003 e 2004 che iniziava ad affacciarsi tra i grandi.

Come avete costruito questo progetto e quali sono stati gli sforzi affrontati per raggiungere questo obiettivo?

Quando è stata fondata questa società, nell’agosto 2014, ci siamo posti due obiettivi: formare un settore giovanile di altissimo livello e tornare nei campionati nazionali, dove Monterotondo è stata in passato. Dopo 5 anni e mezzo possiamo dire di averli raggiunti entrambi. Nelle ultime 5 stagioni abbiamo disputato 8 finali giovanili con le squadre U13, U16, u17 e U18 e siamo saliti dalla II Divisione alla Serie B. Vi cito un dato sulla prima squadra: negli ultimi 3 campionati abbiamo vinto 55 partite su 65, con 41 settimane in vetta e due sconfitte ai playoff. Lo scorso anno siamo arrivati in finale. Questo salto di categoria lo consideriamo figlio di un percorso triennale al top con pochi eguali nel Lazio e direi in tutta Italia.

Passiamo all’attualità. L’emergenza Coronavirus che ha colpito tutta l’Italia. cosa ne pensa della chiusura anticipata dei campionati?

È stata una decisione inevitabile. Sofferta, ma inevitabile. In quanto sportivi avremmo voluto continuare a giocare, ma nei mesi di marzo e aprile la curva dei contagi è aumentata in modo drammatico. Lo sport non poteva continuare.

Mauro Ebano – Il segreto del successo di questa stagione

Quale sarà il futuro del settore pallavolo e dello sport in generale?

Noi non vediamo l’ora di tornare in palestra insieme a tutti i nostri 250 tesserati, ragazzi e ragazze che amano la pallavolo. I protocolli preoccupano tutti, bisognerà trovare un modo per applicarli e garantire la sicurezza. Mi auguro che la FIPAV da questo punto di vista dia una mano a tutte le società. A nome di tutta la dirigenza vorrei ringraziare gli allenatori che hanno continuato a lavorare insieme ai gruppi, dall’U12 alla prima squadra, nella modalità “a distanza”, attraverso video-incontri e allenamenti in streaming. Non ci siamo mai fermati. La nostra famiglia è sempre restata unita. E permettetemi un pensiero anche per l’amministrazione comunale e per il Sindaco Varone, che ci hanno sempre sostenuto e incoraggiato. Speriamo ci sostengano anche in questa nuova avventura in cui porteremo il nome di Monterotondo in giro per l’Italia.

Quali gli obiettivi per il futuro della squadra in Serie B e come vi state preparando per affrontare la nuova stagione?

Ci dovremmo adattare alla nuova categoria, crescere e migliorare ancora. Ma Monterotondo non ha mai giocato solo per partecipare. Vincere è nel Dna di questo club e della tradizione pallavolistica di questa città. Sono certo che in futuro regaleremo tante altre belle soddisfazioni all’universo Volley Team. Guardiamo al futuro senza porci limiti.

Parola al centrale della Volley Team Manuele Martinoia

Parola al pilastro della squadra Manuele Martinoia

Manuele Martinoia, centrale, classe 1983. Ha iniziato a giocare a pallavolo a 20 anni proprio nella città eretina fino a scalare tutte le categorie, dalla II Divisione alla Serie B. Da 16 stagioni ha indossato la maglia giallo blu della sua città diventando una vera e propria colonna portante della squadra.

Manuele Martinoia – Centrale della Volley Team Monterotondo

Come avete reagito alla notizia della promozione in Serie B con i vostri compagni di squadra?

Vista tutta la fatica che ci abbiamo messo in questi anni, il sudore, le emozioni… direi che è stata una grande gioia. È stato il culmine di un percorso e, al tempo stesso, un nuovo punto di partenza. Non è arrivata come la volevamo, non come volevo io almeno che indosso questa maglia da 16 stagioni e avrei voluto esultare con i miei compagni e tutta la gente di Monterotondo. Ci siamo allenati tantissimo, direi più delle altre squadre. E alla fine i sacrifici pagano sempre.

Quali sono state le vittorie più importanti di questa stagione?

Ne scelgo due: quella in trasferta contro Casal Bertone, uno scontro diretto per il primo posto, e quella contro Ferentino. Entrambe vinte 3-2, dopo essere andati sotto. Due prove di carattere, in cui la squadra ha dimostrato di avere un grande cuore.

Volley Team Monterotondo – Qui non si passa

Come avete vissuto questo stop forzato a causa del Coronavirus e come siete rimasti in contatto con la squadra? Vi siete allenati anche singolarmente in casa?

Fermarsi non è mai bello per noi che amiamo profondamente questo sport. Siamo andati avanti, ci siamo allenati online attraverso le piattaforme multimediali. A turno noi giocatori abbiamo organizzato degli allenamenti, con la supervisione di mister Guglielmi. Sono in gran forma e non vedo l’ora di tornare in campo.

Chi senti di ringraziare per questa storica promozione in Serie B?

C’è stato un lavoro corale, il merito è di tutti. Dal presidente, al direttore generale Ebano e al direttore tecnico Storno. Ma nei ringraziamenti vanno inclusi tutti i tifosi, i dirigenti e chiunque ci abbia dato una mano anche solamente raccogliendo i palloni in allenamento. Si vince e si perde sempre tutti insieme in una squadra. E poi ringrazio ogni singolo componente della squadra, dai titolari a chi a giocato anche 1 solo minuto, dai giovani ai ragazzi più esperti. Ognuno di noi ha dato tutto quello che aveva nel cuore e nella testa. Il nostro segreto è questa famiglia.

Volley Team Monterotondo – Il successo di un gruppo

Obiettivi futuri per la prossima stagione?

Vogliamo fare bella figura in Serie B. Vincere subito non sarà facile, ma il campionato nazionale non è una novità per questa piazza. Saremo competitivi, questo è certo. E ce la giocheremo con tutti, cercando di toglierci qualche bella soddisfazione.

Un grande traguardo per questa storica società monterotondese. Un vanto per tutta la cittadina. Da parte de Il Supporter un grande in bocca al lupo per il prossimo campionato di Serie B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *