martedì, 22 ottobre 2019
Sport 360°

PALLANUOTO | LA ROMA VIS NOVA: I LEONI DELLA SERIE A 2 MASCHILE E FEMMINILE INCANTANO MONTEROTONDO

L’odore del cloro sulla pelle. Le braccia doloranti. Le gambe stanche. Quanti sacrifici per inseguire un sogno.  La bellezza del movimento in acqua, la lotta per la conquista della palla, il confronto corpo a corpo. C’è tutto questo, e molto di più, nella pallanuoto. Da questa stagione la Monterotondo sportiva sta ammirando le gesta e le vittorie della ROMA VIS NOVA la storica società capitolina che da quest’anno sta disputando le gare di Serie A 2 nell’impianto natatorio eretino. Abbiamo intervistato Giulia Arrighi, grazie anche alla partecipazione del giocatore Emanuele Ferraro, figlio del Presidente della società l’Avvocato Marco Ferraro, per conoscere meglio questa nuova realtà sportiva.

Lealtà, sportività e amicizia i valori della Roma Vis Nova (PH: Matteo Pucci)

Una società storica con un grande Palmares alle spalle. Ci puoi raccontare la storia della Roma Vis Nova?

La Roma Vis Nova è la più importante realtà giallorossa nella pallanuoto di vertice, tra i club italiani più apprezzati per l’eccellenza del proprio vivaio. La Roma Vis Nova nasce nel 2007 dalle ceneri dell’ antica Unione Sportiva Vis Nova, da cui eredita storia e titoli. I colori sociali del Club sono il blu, il giallo e il rosso. I suoi giocatori sono definiti “leoni”, perché simboleggiati nel logo del Club proprio con due leoni che richiamano virtù e qualità positive quali forza, fierezza, maestosità, nobiltà e coraggio: per dare un senso di continuità con la precedente Società è stato mantenuto il leone dell’ allora U.S. Vis Nova, al quale ne è stato affiancato un secondo per sottolineare il senso e la forza del gruppo, caratteristiche alla base di un meraviglioso sport di squadra qual è quello della pallanuoto.

Foto di gruppo per la Roma Vis Nova
(PH: Matteo Pucci)

Dopo due stagioni in serie A1 la Roma Vis Nova milita oggi nel Campionato di Serie A2 maschile, disputando le sua gare casalinghe nella storica Piscina dei Mosaici del Foro Italico. La Roma Vis Nova è definita anche la “Cantera d’ Italia”: il Club ha lanciato numerosi campioni e vanta uno dei migliori vivai italiani, tutte le sue rappresentative giovanili sono abituè delle finali scudetto e figurano tra i 3 serbatoi più importanti dello stivale per le nazionali giovanili azzurre. La prima squadra, guidata da Alessandro Calcaterra, è costellata di talenti e ragazzi di sicuro avvenire, provenienti dal settore giovanile. Parte così un nuovo progetto, tutto a linea verde.

Qual è la vostra filosofia come società e quale i valori sui quali fondate la vostra attività sportiva?

La nostra filosofia è stata sempre quella di far crescere i giovani non solo come atleti, ma soprattutto come uomini con saldi i valori del rispetto, correttezza e lealtà. I valori che poi contraddistinguono questo sport.

Le “leonesse” della Serie A 2 Femminile Roma Vis Nova (PH: Matteo Pucci)

La “cantera d’Italia” così vi definite. Quanta importanza viene data al settore giovanile e alla formazione dei vostri ragazzi?

Il settore giovanile è per la società di un’importanza primaria. Portare i giovani in prima squadra è uno degli obbiettivi della Roma Vis Nova che forma i suoi ragazzi attraverso un percorso sportivo e umano di tutti i nostri allenatori.

Quanti e quali squadre compongono la vostra società? 

La società Roma Vis Nova è composta da moltissime squadre a partire dalla serie A2 maschile e Femminile  per proseguire con tutte le giovanili maschili e femminili che vanno dall’ under 20 all’ under 11. inoltre abbiamo anche una società satellite la Rarinantes, che può contare oltre che alla prima squadra anche sulle giovanili maschili. Gli iscritti alla società sono circa 400.

Parliamo della Serie A2 femminile e maschile. Quali sono state le vittorie più importanti e quali le maggiori delusioni? E una vittoria di cui andate particolarmente orgogliosi.

Per la Roma Vis Nova settore maschile sicuramente la vittoria più significativa è stata quella nel 2014,  con il 1° posto Playoff-Promozione e Promozione in Serie A1. La delusione più importante fu due anni dopo, nel 2017, con la retrocessione in serie A2 .

In vasca con la Serie A 2 Maschile (PH: Matteo Pucci)

Vita da pallanuotista. Quanti allenamenti, quante ore in vasca e quali sacrifici deve affrontare un atleta per diventare un professionista? E cosa consigliate ad un ragazzo che decide di praticare questo sport?

La vita del pallanuotista è piena di traguardi ma anche di molti sacrifici. Si sviluppa su 5 allenamenti circa a settimana, con una media di 15 ore settimanali di allenamenti dentro e fuori dall’ acqua. Questo penalizza il tempo libero del giovane ma altresì fa apprendere i giusti valori dello sport.

La pallanuoto in Italia. Qual è la situazione attuale nel panorama italiano di questo sport?

Purtroppo la Pallanuoto come sport a livello italiano è uno sport ancora troppo poco conosciuto e visibile. Ma con l’impegno di tutto il movimento pallanuotista italiano è un settore in forte espansione che riscuote grande apprezzamento sia tra i più grandi che tra i più piccoli.

Sport, comunicazione e social. Come vi approcciate alle nuove forme di comunicazione tanto in voga in questo momento?

La Roma Vis Nova è una società molto Social! Presente su tutti i canali, da Facebook,  al sito internet, dirette streaming su Rete Sole e non da ultimo per importanza il nostro Ufficio Stampa. Abbiamo un nutrito gruppo di followers che interagisce e si appassiona alla squadra e alle sue partite.

Uniti si vince (PH: Matteo Pucci)

Il Supporter e la sua territorialità. Perché avete scelto di giocare a Monterotondo nello Stadio del Nuoto? Come vi siete trovati in questa nuova realtà? Come vi ha accolto la cittadina monterotondese?

La società ha scelto Monterotondo come sua nuova casa per la piscina, una delle migliori del Lazio e per l’ ottimo rapporto tra territorio e sport. Siamo molto orgogliosi di giocare in questo contesto e il pubblico monterotondese gara dopo gara sta scoprendo la nostra realtà.

Un invito a tutti i vostri tifosi e sostenitori, anzi supporter, che vogliono seguirvi.

Vi aspettiamo in tanti per vedere la nostre partite in casa allo stadio del Nuoto di Monterotondo ogni sabato alle ore 16.30.

Articolo a cura di Daniele Benigni.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *