lunedì, 6 dicembre 2021
Approfondimenti Sport 360°

MONTEROTONDO: STAFFETTA DI SOLIDARIETA’ ALLO STADIO FAUSTO CECCONI CON IL TAMBURO ONLUS

Sabato 20 ottobre dalle ore 9:00 presso lo stadio F.Cecconi di Monterotondo andrà di scena SFIDA CON NOI IL GUINESS DEI PRIMATI, la megastaffetta 100×400 di integrazione sportiva delle persone disabili organizzata dalla società cooperativa sociale Il Tamburo, con il patrocinio del Comune di Monterotondo ed il supporto di Uisp Monterotondo. Abbiamo intervistato Lucia Bellini, ideatrice e promotrice dell’evento, per capire meglio come si svilupperà la staffetta e qual è lo scopo sociale che risiede dietro questa iniziativa sportiva.

Come nasce l’evento SFIDA CON NOI IL GUINESS DEI PRIMATI e quali sono gli obiettivi?

Da una collaborazione ventennale con il Prof. Gianni Lucarelli e il comitato territoriale UISP di Monterotondo. L’idea era creare un evento leggero che riuscisse a trasmettere valori di collaborazione, condivisione e sana competizione come desiderio di superare i propri limiti per un bene comune. Da qui la staffetta 100 atleti x 400 metri per tentare di battere il guinness dei primati.

Entriamo nel dettaglio, come sarà articolato l’evento?

Il giorno della gara, dalle  9.00 alle ore 10.00, ci sarà una prima fase di iscrizione e per chi lo desidera di donazione alla Casa Famiglia per adulti disabili Domus gestita dalla coop. IL TAMBURO. Dalle 10:00 alle 10:15 circa la presentazione dei partner UISP e scuola di danza Asd International Ballet School; e allo stesso tempo la presentazione degli sponsor Coworking LAB 22, Carrozzeria Di Ventura, Stadio 41.

 

Questo il resto del programma:

10:15 partenza 60 mt per le persone disabili

10:30 partenza gara commenti e premiazione corsa disabili

12:30 premiazione primi 3 miglior tempi categoria uomini e donne

 

Domanda diretta: lo sport può essere ancora strumento di educazione e solidarietà?

E’ una scuola di vita, si imparano regole. Si impara a stare con gli altri per condividere e contribuire obiettivi comuni difficili ma raggiungibili. Interessante e di riferimento per noi è ciò che viene riportato sul tema Sport e inclusione anche sul libro bianco dell’Unione Europea: “Utilizzare il potenziale dello sport per l’inclusione sociale, l’integrazione e le pari opportunità. Lo sport contribuisce in modo significativo alla coesione economica e sociale e ad una società più integrata. Tutti i componenti della società dovrebbero avere accesso allo sport.”. Questo concetto è per noi l’elemento base dal quale parte e sviluppare attività del genere.

Alcuni componenti della cooperativa Il Tamburo

 

Impegno, rispetto ed umiltà sono i valori della vostra Onlus: raccontaci la storia de Il Tamburo dalla fondazione ad oggi.

Il Tamburo nasce grazie a un’approfondita conoscenza dei soci durante un corso di formazione. Psicologi, sociologi, educatori, musicoterapeuti che hanno in comune la passione per le arti e lo sport e che impegnati nel mondo del sociale e della scuola si sono trovati a voler fondare una realtà che sia di supporto fin dove umanamente possibile sostenere persone in difficoltà e essere promotore della qualità della vita delle persone disabili. Siamo stati tra i primi 9 gruppi sul territorio italiano a fondare una Onlus dedicata.

Cosa ti aspetti da questo evento?

Di trovare ancora insieme ai partecipanti e a tutti coloro che vorranno contribuire a superare i limiti di ognuno per tentare di raggiungere un sogno: condividere una esperienza sportiva per migliorarsi e superarsi.

A cura di Valentino Cristofalo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *